cerca

Ricerca personalizzata

08 mar 2013

Terme e relax

Bagni Vecchi - Grand Hotel e strutture termali
Lo scorso week end abbiamo festeggiato il nostro 10° anniversario di matrimonio alle Terme.
La scelta è caduta su di un luogo a cui per anni abbiamo fatto il filo: i Bagni di Bormio, in Alta Valtellina.
Ricordo ancora la prima volta che ho aperto il sito internet per avere qualche informazione in più: mi erano rimaste impresse le foto della piscina esterna a 37°, con vista sulle Alpi, i percorsi termali scavati nella roccia, che risalgono all'epoca romana, e la bellissima cornice delle montagne innevate.


Dopo ben 8 anni - o giù di li - abbiamo avuto la fortuna di realizzare il sogno di godere della bellezza di quei luoghi. Quale occasione migliore per festeggiare le nozze di stagno ?!
Con il supporto (indispensabile!) dei nonni siamo riusciti a organizzare un we lungo con due ingressi alle terme (tre per il mio Lui) e uno skipass (per me).

Bagni Nuovi - vista notturna del Grand Hotel
Il venerdi sera abbiamo prenotato l'ingresso ai Bagni Nuovi che proponevano il "relax sotto le stelle", ovvero l'ingresso serale fino alle 23. La struttura dei Bagni Nuovi è la seconda nata in ordine di tempo. Ha molte più vasche all'esterno, di cui due piscine, diverse tinozze con idromassaggio e poi alcune strutture in legno (profumatissime!) che ospitano le saune.
Data la rigidità della temperatura esterna (siamo già a marzo ma pur sempre in inverno ed a 1.200 s.l.m.!!!) l'affluenza bassa alle vasche esterne ci ha consentito di godere dei percorsi termali all'aperto senza code né affollamenti. Abbiamo resistito fino alle 22:30 (orario di chiusura delle vasche) dopo di che, a forza di continui sbalzi termici (sicuramente tonificanti!) fuori-dentro l'acqua, siamo andati a farci una bella doccia calda...al coperto! Dulcis in fundo pizza valtellinese alle ore 23, nell'unica pizzeria (con gestori cordialissimi) rimasta aperta nella ormai sonnolente Bormio.

bagni Vecchi - la piscina termale panoramica
Il giorno seguente siamo andati ai Bagni Vecchi. Situati poco piú distanti dei Nuovi dal centro abitato, lungo la strada che conduce al passo dello Stelvio, si collocano in una zona bellissima di boschi e pareti di roccia a picco sui tornanti.
Una meraviglia! Complice una giornata limpida e tiepidamente soleggiata, abbiamo goduto di questo spettacolo della natura ed apprezzato questo gioiellino di spa incastonato tra le rocce.
All'ingresso siamo stati accolti da una dolcissima tisana alle erbe e da due assistenti che illustravano i vari savonnage, fangage e visage con intrugli alle erbe, al rosmarino ed altre essenze profumatissime (non incluse nel prezzo ovviamente).
Successivamente siamo entrati per il check-in in un piccolo atrio sormontato da un ampia copertura in vetro e metallo e dove tutto intorno gli arredi di legno dominano incontrastati. Davvero curati gli interni, dove ad ogni passo si è sempre accompagnati dal profumo di essenze che sono un misto di lavanda, pino ed erbe alpine (da cui tra l'altro si ricava il famoso digestivo Braulio) compreso nelle salette relax, alcune con le pareti di nuda roccia a vista.

Ci siamo intrattenuti un bel po' nella piscina panoramica: acqua caldissima, idromassaggi, getti d'acqua tonificanti e caldo sole marzolino in fronte.

Bagni Vecchi - solarium e ingresso ai Bagni Romani
E poi solarium esterno (ancora freddino a dir la verità!) e l'esperienza dei bagni romani, due vasche adiacenti all'interno di una grotta dove sgorga acqua termale dal tipico odore sulfureo, già usata in epoca pre-romana. Sapore antico di storia.
E poi la vera "chicca" di queste terme: la Grotta sudatoria.
Il primo ambiente è un bagno turco naturale, suddiviso in zone più e meno calde, che termina in un piccolo ambiente caldo e umidissimo (fino al 95%), con dei gradoni su cui ci si può sedere e chiacchierare mentre i pori si aprono e le tossine si liberano. Il tutto sempre in compagnia del suono rilassante dell'acqua che sgorga da una piccola fontanella illuminata. E per finire, una gelidissima immersione nel Frigidarium in una tinozza fino alla vita  (per i più audaci anche la testa!) per liberare il corpo dall'accumulo di calore e riequilibrarlo.
Il secondo ambiente (il Calidarium) è una piscina in forma di galleria semicircolare, scavata interamente nella roccia e in cui sgorga una fontanella di acqua termale caldissima.
Li abbiamo sostato due volte, dove pare di essere trasportati davvero indietro nel tempo.

E poi ancora, relax, tanto relax nelle salette aromatizzate, oppure in quelle con cromoterapia; e poi lame d'acqua tonificanti e pediluvi, vasche con idrogetti a pressione, bagno turco....

Un luogo in cui consiglio a tutti (amanti delle terme e non), almeno una volta, di andare, in compagnia del proprio compagno o, perchè no?!, tra sole donne per godersi una giornata tutte per sé !!! 


E buon 8 marzo a tutte!




5 commenti:

  1. oh my god, what an amazing place!!

    just amazing
    LoVe

    i stay here, follow us?
    www.malesclutch.blogspot.com
    Sergio,

    RispondiElimina
  2. amo quei posti quando ero piccola con i miei ci passavamo sempre le vacanze estive

    RispondiElimina
  3. Che figata!! non sono ancora stata alle terme in esterna.. devono esser fantastiche!! :) in valtellina sono stata solo ad Aprica e a Livigno, ricordo degli squisiti pizzoccheri!!!

    http://blogpercomunicare.blogspot.it/

    RispondiElimina
  4. SI! bellissime le terme di notte, anche perchè, vista la stagione, poco frequentate a quell'ora!!!l'unia cosa è che, dopo i numerosi dentro/fuori dall'acqua e l'accappatoio fradicio, non ce la si fa più. però la montagna, la neve, le stelle...ne vale la pena!!!
    ottimi Pizzoccheri, la gente molto cordiale e ben organizzata, anche per lo sci (Bormio pass, navette gratuite, etc).
    Ottimo anche il Braulio e la birra Stelvio!!!

    RispondiElimina
  5. Ciao :) grazie mille del consiglio, queste terme sicuramente sono fantastiche! Anch'io nel mio sito internet www.cadelferro.it nella sezione "cosa fare" consiglio qualche struttura termale perché quando i miei ospiti vengono in vacanza nel mio agriturismo la parola relax è d'obbligo!

    RispondiElimina

Vuoi commentare il post? Lascia una traccia!