cerca

Ricerca personalizzata

07 mag 2012

Il "timer", il nostro alleato del momento!


Avete mai pensato al timer da cucina, quello che serve a segnalare quando è ora di spegnere il forno perchè una torta è pronta o il pollo con le patate è giunto a giusta cottura, come al vostro piú fedele alleato per far esercitare i vostri figli alla condivisione (dei giochi, ad esempio)?

Beh, grazie ad una scoperta assolutamente casuale (oppure ad una vera e propria intuizione!) da un po' di tempo riusciamo, ad esempio:

  • a finire in tempo la cena (o la colazione, per i piú pigri), con la promessa di "vedere i cartoni" il giorno dopo; 
  • a dividerci lo stesso gioco (senza il bisogno di avercelo uguale doppio!), tenendolo ciascuno10 minuti, o quanto decide lui (il timer!), senza litigare.

Le prime volte sembrerà di aver istituito un regime militaresco o da collegio anni '50, ma in realtà, l'introduzione dell'effetto sorpresa (il trillo potente), la componente competitiva (riuscirò a finire prima che lui suoni?!) e un elemento esterno che "detta" le regole (non "ricattabile" quindi come il genitore) fa sembrare tutto buffissimo e assolutamente funzionante.


Provare per credere!!

2 commenti:

  1. Guarda che coincidenza! Proprio questo week end appena trascorso ho iniziato anch'io ad utilizzarlo esasperata dai continui litigi per avere lo stesso gioco nonostante la montagna di giocattoli tra cui scegliere!
    Ed è andata benissimo! Anche perchè a volte, nell'attesa che arrivasse il proprio turno, quel gioco perdeva tutto il suo fascino e la sua importanza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh Eh, ma tu pensa...questo mi conforta che l'intuizione era giusta!
      Grazie del tuo commento!

      Elimina

Vuoi commentare il post? Lascia una traccia!